๐๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ข ๐œ๐š๐ฉ๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข ๐๐ข๐ฏ๐ž๐ง๐ญ๐š๐ง๐จ ๐›๐ข๐š๐ง๐œ๐ก๐ข? ๐“๐ฎ๐ญ๐ญ๐ข ๐ง๐จ๐ข ๐œ๐ข ๐ฌ๐ข๐š๐ฆ๐จ ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐ข ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐๐จ๐ฆ๐š๐ง๐๐š ๐ž, ๐œ๐จ๐ฆ๐ž ๐ฌ๐ž๐ฆ๐ฉ๐ซ๐ž, ๐ฅ๐š ๐ฌ๐œ๐ข๐ž๐ง๐ณ๐š ๐œ๐ข ๐Ÿ๐จ๐ซ๐ง๐ข๐ฌ๐œ๐ž ๐ฅ๐š ๐ซ๐ข๐ฌ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐š.

๐๐ž๐ซ๐œ๐ก๐žฬ ๐ข ๐œ๐š๐ฉ๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข ๐๐ข๐ฏ๐ž๐ง๐ญ๐š๐ง๐จ ๐›๐ข๐š๐ง๐œ๐ก๐ข? ๐“๐ฎ๐ญ๐ญ๐ข ๐ง๐จ๐ข ๐œ๐ข ๐ฌ๐ข๐š๐ฆ๐จ ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐ข ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐๐จ๐ฆ๐š๐ง๐๐š ๐ž, ๐œ๐จ๐ฆ๐ž ๐ฌ๐ž๐ฆ๐ฉ๐ซ๐ž, ๐ฅ๐š ๐ฌ๐œ๐ข๐ž๐ง๐ณ๐š ๐œ๐ข ๐Ÿ๐จ๐ซ๐ง๐ข๐ฌ๐œ๐ž ๐ฅ๐š ๐ซ๐ข๐ฌ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐š.

Marzo 7, 2021 Off Di Redazione

STRUTTURA E COMPOSIZIONE DEL CAPELLO

Il pelo non รจ altro che una struttura a forma di bastoncino che esce fuori dallโ€™epidermide, alloggiato nel follicolo pilifero: particolare struttura inclinata di 75ยฐ rispetto alla linea della superficie cutanea. Gli elementi che costituiscono il capello sono acqua, lipidi, minerali, pigmenti e cheratina, una proteina localizzata nello strato esterno del capello composta da diciotto amminoacidi. Questโ€™ultima puรฒ essere deformata con il vapore acqueo (la messa in piega).

Facendo una sezione longitudinale possiamo distinguere tre parti:

  • Fusto: parte esterna con forma tubolare, formata da cheratina, รจ flessibile e resistente. La parte terminale รจ piรน sottile e viene definita apice;
  • Radice: non visibile, inserita allโ€™interno del follicolo, รจ localizzata nel derma tra lโ€™attacco inferiore del muscolo erettore del pelo e lโ€™ostio del follicolo (il foro da cui fuoriesce il pelo e il sebo);
  • Bulbo: rappresenta la parte piรน interna che si trova nella zona piรน profonda del follicolo. Qui, vi รจ la matrice del pelo costituita da cheratinociti che si riproducono velocemente per mitosi, provvedendo cosรฌ alla formazione/crescita del pelo.

In sezione trasversale, invece, troviamo:

  • Cuticola: lo strato piรน esterno;
  • Corteccia: lo strato intermedio contenente melanina;
  • Midollo: lo strato centrale.

PERCHร‰ I CAPELLI DIVENTANO BIANCHI?

Il fenomeno che sta alla base dellโ€™interrogativo โ€œperchรฉ i capelli diventano bianchi?โ€ si chiama canizie (dal latino canus che vuol dire โ€œgrigioโ€) e, sostanzialmente, รจ causata da una minore produzione di pigmento che, inevitabilmente, porterร  i nostri capelli ad essere bianchi. Oltre a questo, un altro interrogativo frequente รจ: โ€œPerchรฉ invecchiando i capelli diventano bianchi?โ€. Con lโ€™avanzare dellโ€™etร , si assiste ad una progressiva diminuzione di melanina da parte di cellule specializzate chiamate melanociti, localizzate nellโ€™epidermide e nei follicoli piliferi. I melanociti producono strutture particolari chiamate melanosomi che contengono la melanina. La forma ramificata dei melanociti favorisce ai melanosomi di passare alle cellule del bulbo pilifero e allo strato corticale del pelo. La canizie, come dicevamo poco prima, non รจ altro che lโ€™effetto di una produzione ridotta di melanina dovuta o alla diminuzione di sintesi del pigmento o ad una diminuzione del numero dei melanociti stessi. Di base, sappiamo che la eumelanina รจ responsabile dello spettro di colori che va dal castano al nero, a differenza della feomelanina che produce sfumature che vanno dal biondo al rosso. Nei capelli scuri, i granuli di melanina sono molto piรน compatti rispetto a quelli dei capelli chiari che risultano essere piรน piccoli. Solitamente, il fenomeno della canizie inizia intorno ai 30 anni per gli uomini e intorno ai 35 anni per le donne.

Un altro interrogativo frequente รจ: โ€œPerchรฉ i capelli bianchi diventano gialli?โ€. I motivi per cui i capelli bianchi tendono ad ingiallire sono per lo piรน ambientali: smog, fumo, raggi UV e un trattamento di decolorazione mal eseguito. Questi fattori consentono ai pigmenti gialli di arrivare in superficie, facendo apparire il capello piรน scuro e spento.

Molte volte, le cause della canizie vengono associate a malattie croniche come lโ€™anemia perniciosa (forma anemica rara causata dalla carenza di vitamina B12) o ad alcuni disturbi della tiroide. Altre volte, invece si associa ad alcune condizioni anormali della pelle. Questo fenomeno, come ben sappiamo, colpisce entrambi i sessi con lโ€™unica differenza che la canizie nelle donne si diffonde in modo uniforme sul cuoio capelluto, mentre negli uomini parte inizialmente dalle tempie. Generalmente, i peli del tronco e della barba lunga o corta che sia, vengono colpiti in un secondo momento, a differenza dei peli pubici e ascellari che cominciano a cedere al colore bianco in etร  molto tarda.

Perchรฉ i capelli diventano bianchi da giovani?

Le cause del perchรฉ i capelli diventano bianchi da giovani sono diverse, ma alcuni studi dimostrano che la maggior parte delle volte dipenda da fattori genetici: le persone che si ritrovano ad avere i capelli bianchi in etร  prematura posseggono allโ€™interno del loro DNA il gene IRF4. La scoperta della University College London ha pubblicato sulla rivista Nature Communications di aver identificato il gene responsabile della canizie. Le funzioni di questo gene regolano la forma, il colore e lo spessore di capelli, barba e sopracciglia.

โ€œI geni collegati alla calvizie e al colore dei capelli li conosciamo giร , ma questa รจ la prima volta che viene identificato il gene dei capelli grigi nellโ€™uomo, insieme ad altri geni che controllano forma e densitร  dei capelliโ€ โ€“ Kaustubh Adhikari, autore dello studio.

Unโ€™altra causa, sempre correlata ad una predisposizione genetica, potrebbe essere lo stress ossidativo dei melanociti. Alcuni studi tricologici hanno riscontrato alti livelli di perossido di idrogeno (sostanza di scarto dellโ€™attacco dei radicali liberi) nei follicoli piliferi dei capelli grigi precoci. Non a caso, infatti, il perossido dโ€™idrogeno non รจ altro che lโ€™acqua ossigenata utilizzata per schiarire i capelli. I capelli di soggetti che presentano canizie precoce, quindi, non sono in grado di difendersi dagli stress ossidativi causati dallโ€™ambiente come: smog, fumo, inquinamento e stress. Come scritto prima, lโ€™anemia perniciosa rientra tra le cause di canizie precoce come anche alcune forme di ipotiroidismo e la vitiligine.

Perchรฉ i capelli diventano bianchi dopo un grosso spavento

In uno studio pubblicato su Nature, diversi ricercatori della Harvard University (USA), e dellโ€™Universitร  di San Paolo in Brasile, hanno dimostrato che, oltre alla genetica e al processo di invecchiamento, alla base del colore grigio dei capelli ci siano danni permanenti alla riserva di cellule responsabili della produzione dei pigmenti, causati da un forte stress. Provocando forte stress nelle cavie, i ricercatori hanno riscontrato un aumento esponenziali di peli bianchi sul manto degli animali. La causa consisteva in un esaurimento delle cellule staminali dei follicoli piliferi, bloccando cosรฌ la produzione di melanina.

โ€œQuando abbiamo cominciato lo studio, mi aspettavo che lo stress fosse negativo per lโ€™organismo, ma lโ€™impatto dannoso dello stress che abbiamo scoperto va ben oltre ciรฒ che immaginavo. Dopo pochi giorni, tutte le cellule staminali rigeneranti il pigmento sono andate perse. Il danno รจ quindi permanenteโ€ โ€“ Ya-Chieh Hsu, autore dello studio.

Unโ€™altra ipotesi iniziale, invece, stringeva il cerchio intorno al cortisolo (ormone dello stress) sempre per il discorso relativo ad unโ€™alta esposizione di stress. Ma la cosa sorprendente fu che quando rimossero la ghiandola surrenale dai topi, in modo da non poter piรน produrre ormoni, sotto stress, i loro peli diventavano comunque grigi.

Unโ€™altra idea dei ricercatori riguardava i nervi simpatici che raggiungono i follicoli piliferi. Un forte stress รจ in grado di azionare un meccanismo evolutivo chiamato โ€œcombatti o fuggiโ€ attraverso il quale attiva il sistema nervoso simpatico, facendogli rilasciare neurotrasmettitori come la noradrenalina. Questa agisce sulle cellule staminali nei follicoli piliferi che, attivandosi, si trasformano in cellule produttrici di pigmento, esaurendo cosรฌ le riserve necessarie.

Lโ€™autore, infatti afferma che โ€œcon questo studio sappiamo che i neuroni possono controllare le cellule staminali e la loro funzione e possono spiegare come interagiscono a livello cellulare e molecolare per collegare lo stress allโ€™ingrigimento dei capelliโ€.

CAPELLI BIANCHI: QUALI SONO I RIMEDI?

Ovviamente, quando le cellule staminali dei follicoli piliferi si esauriscono non cโ€™รจ modo per tornare indietro, ma la scienza sta lavorando anche su questo aspetto. Sempre i ricercatori delle due universitร  dello studio sopra descritto, hanno scoperto che il processo innescato dalla risposta nervosa simpatica puรฒ essere bloccato in qualche modo. Gli scienziati hanno individuato una proteina (una chinasi ciclina-dipendente) in grado di svolgere un ruolo cruciale nel processo di incanutimento. Bloccando questa proteina, infatti, durante gli esperimenti, la canizie rallentava notevolmente. Ma siamo ancora in una fase sperimentale e quella appena descritta non รจ una cura ma, sicuramente, una buona base da cui partire. La canizie, quindi, รจ la diretta conseguenza della ridotta, se non assente, sintesi della melanina con conseguente depigmentazione dei capelli, che diventano bianchi. Esiste un modo per far tornare il colore ai capelli bianchi? Al momento, non esistono cure che facciano tornare i capelli al colore iniziale ma esistono delle accortezze per cui prevenire la canizie precoce รจ possibile.

Capelli bianchi e alimentazione

Lโ€™ alimentazione รจ parte integrante del nutrimento dei capelli ma la relazione tra alimentazione e capelli bianchi รจ, purtroppo, meno diretta. Una dieta equilibrata, e povera di grassi saturi, puรฒ essere sicuramente un aiuto per conferire robustezza e lucentezza ai capelli e anche a prevenirne la caduta. Unโ€™alimentazione ricca di proteine, vitamine e minerali (oligoelementi), รจ fondamentale per la salute dei capelli. In particolare, la cheratina รจ costituita da cistina e lisina, due aminoacidi essenziali che dipendono interamente dalla dieta alimentare. Una sufficiente quantitร  di carne, pesce o fegato, รจ fondamentale non solo per favorire la ricrescita dei capelli, ma anche per sostenere lโ€™attivitร  dei melanociti che, come abbiamo giร  visto, producono i pigmenti colorati.

Le vitamine piรน importanti per i capelli sono:

  • Vitamina A, che troviamo principalmente nel tuorlo dโ€™uovo, nei pesci particolarmente grassi, nelle verdure a foglia verde e nel fegato;
  • Vitamina E, presente negli oli vegetali e nei cereali integrali;
  • Vitamina B2, abbondante nelle uova, nei latticini e nei broccoli;
  • Vitamina B4, presente nel tuorlo dโ€™uovo, nella carne, nei cereali, nelle patate e nei pomodori;
  • Vitamina B5, presente nelle uova, nei broccoli, nelle arachidi, nei funghi e nel fegato.

I minerali piรน importanti, invece, sono:

  • Ferro: utile allโ€™ossigenazione di cute, cuoio capelluto e alla produzione di pigmenti che contrastano lโ€™insorgenza di capelli bianchi.
  • Rame: contribuisce alla sintesi della melanina prevenendo la canizie.
  • Magnesio: importante per la ricrescita dei capelli.
  • Zinco: favorisce lโ€™attivitร  delle cellule germinative della matrice;
  • Zolfo: contrasta i capelli sottili e sfibrati.

In conclusione, quindi, una dieta ben bilanciata, oltre a prevenire la canizie, contribuisce notevolmente ad un miglioramento del cuoio capelluto e alla salute del capello.