FACCIAMO IL LIMONGELLO, LA RICETTA

FACCIAMO IL LIMONGELLO, LA RICETTA

Luglio 14, 2022 Off Di Redazione

Oggi illustriamo la ricetta del limoncello fatto in casa.

Passo dopo passo, vi guideremo nella preparazione di questo fantastico liquore artigianale.

La raccolta dei limoni

Il primo passo per presentare la ricetta del limoncello fatto in casa è la raccolta dei frutti. Potrebbe sembrare una banalità, ma secondo noi non lo è affatto. Vediamo perché.
Per fare il limoncello si utilizza la buccia, non il succo di limone e nemmeno la polpa, non stiamo facendo una limonata (ma magari la facciamo a parte). Quindi solo la buccia, nient’altro.
I frutti che si trovano in commercio vengono sottoposti a numerosi trattamenti, che riguardano soprattutto la loro parte esterna.
I trattamenti più frequenti sono quelli fungicidi e l’inceratura. Quest’ultima conferisce al frutto quell’aspetto lucido e attraente che i supermercati richiedono per venderlo meglio. E proprio per questo motivo, se volete fare un limoncello artigianale, noi ci sentiamo di raccomandare esclusivamente l’utilizzo di limoni biologici non trattati, quindi, possibilmente, quelli della vostra pianta. In questo caso abbiamo raccolto dei limoni non al massimo della maturazione. Sono assolutamente non trattati. E anche a questo grado di maturazione sono ottimi per la ricetta del limoncello.

Gli ingredienti per la ricetta del limoncello fatto in casa

Dopo queste doverose precisazioni, veniamo ora agli ingredienti necessari per la ricetta del limoncello fatto in casa:

  • 10 limoni biologici
  • Un litro d’alcol per uso alimentare
  • Un litro d’acqua
  • 1 kg di zucchero (a piacere si può utilizzare lo zucchero di canna)

La preparazione del limoncello artigianale

Pelare la buccia

Come abbiamo detto, è la buccia la parte che ci interessa per la ricetta del limoncello. Occorre quindi procedere a separare la buccia del limone dalla polpa, facendo estrema attenzione ad utilizzare solo la parte superficiale. E’ importante evitare anche la pellicina bianca che avvolge gli spicchi, poiché è troppo amara e rovinerebbe il gusto finale del liquore.
Per effettuare correttamente questa operazione ci siamo avvalsi di un semplice pelapatate.

Con questo piccolo attrezzo è davvero semplice ricavare la buccia senza residui di pellicina, ossia l’albedo. Si tratta di parte commestibile e ricca di proprietà, ma molto amara e quindi inadatta per il nostro limoncello artigianale.
Naturalmente a questo punto ci ritroveremo con 10 limoni pelati da utilizzare. La via più semplice è fare una bella spremuta. Otterremo così un succo di limone biologico da servire separatamente, ma per questo lasciamo spazio alla vostra fantasia.

L’infusione

La buccia che avremo ottenuto verrà versata in un contenitore di vetro in cui andrà aggiunto il litro d’alcol alimentare. Il contenitore con la buccia di limone e l’alcol andrà sigillato e tenuto in infusione per 30 gg. Scegliete un luogo buio e lontano dalle fonti di calore. Per sigillare al meglio il contenitore si potrà utilizzare un po’ di cellophane prima di chiudere con il tappo.

Il filtraggio

Passato questo periodo dovremo procedere al filtraggio dell’infuso. Per farlo senza avere nessun residuo, abbiamo utilizzato un imbuto, un colino e del cotone. Utilizzando il cotone per filtrare, sarete sicuri che nessun residuo oltrepasserà il colino.

Lo sciroppo

L’ultimo fase di questa ricetta del limoncello fatto in casa è quella della preparazione dello sciroppo. Prendete quindi il litro d’acqua e il chilo di zucchero.

Le raccomandazioni per far sciogliere lo zucchero correttamente sono tre:

  • Tenere la fiamma bassa
  • Mescolare di continuo
  • Lasciar raffreddare per bene lo sciroppo

Una volta raffreddato lo sciroppo si può procedere ad aggiungere il risultato dell’infuso d’alcol e buccia di limone. A questo punto occorre mescolare pazientemente per ottenere un limoncello ben amalgamato con questa colorazione finale.

L’attesa

Il passaggio finale di questa ricetta del limoncello fatto in casa consiste nel travasare nuovamente il liquore nel contenitore in vetro. Quindi sigillare ermeticamente e tenere per altri 7 giorni in un luogo chiuso a riposare.

In questo modo elimineremo il sentore dell’alcol ed otterremo un gusto più delicato. Passati i 7 giorni di riposo, il nostro limoncello artigianale è pronto per essere travasato nelle bottiglie di vetro.

Si consiglia di conservarlo in freezer prima di servirlo. Il limoncello si gusta al meglio ghiacciato!